La tua donazione

Nel 2017 abbiamo lavorato in 72 Paesi e abbiamo raggiunto e curato migliaia di persone anche grazie al contributo di oltre 3.000 donatori che hanno scelto di celebrare un evento speciale o una ricorrenza felice con le nostre bomboniere, prodotti solidali e regali virtuali.

Risposta alle emergenze

Abbiamo risposto rapidamente a eventi naturali come terremoti, tsunami o uragani. Grazie al contributo dei nostri sostenitori riusciamo a mandare operatori umanitari esperti, pronti a partire ed essere operativi nelle prime ore dallo scoppio dell’emergenza. Nel settembre 2017 Città del Messico è stata gravemente danneggiata da un terremoto. Siamo intervenuti fin dalle prime ore offrendo assistenza alla popolazione per far fronte alla perdita di tutti gli effetti personali e, in molti casi, alla morte di familiari e vicini.

Conflitti

Ogni giorno portiamo soccorso alle popolazioni civili colpite dai conflitti armati, allestiamo sale operatorie e punti medici, svolgiamo attività ambulatoriali, forniamo servizi a coloro che si trovano in condizioni di rifugiati o sfollati. In Sud Sudan, abbiamo istituito un programma di assistenza sanitaria decentrato per la popolazione che, a tre anni dall’inizio del conflitto, è ancora fortemente colpita dalle violenze e continua ad abbandonare i villaggi.

Cure mediche negate

Ogni giorno assistiamo milioni di persone che normalmente non hanno accesso alle cure mediche di base: dalle persone in fuga da guerre e povertà, ai gruppi etnici emarginati. Lavoriamo nella capitale delle Filippine, Manila, per garantire cure mediche e servizi di salute riproduttiva e di pianificazione familiare alle donne. Nel 2017, nella baraccopoli di Tondo, abbiamo portato avanti una vaccinazione mirata contro il papilloma virus per 25.000 ragazze, come prevenzione del cancro cervicale.

Epidemie

In caso di epidemie interveniamo curando i malati ed effettuando campagne di vaccinazione di massa; gestiamo inoltre programmi per l’HIV/AIDS e la tubercolosi e curiamo le malattie tropicali dimenticate. Nel 2017 abbiamo lavorato insieme al Ministero della Salute del Niger per contenere un’epidemia di Epatite E legata alle carenze nell’approvvigionamento idrico e nei servizi igienico-sanitari per la popolazione sfollata e rifugiata a Diffa, circa 240.000 persone.

È solo grazie a tutte le persone che scelgono i prodotti della nostra Bottega Solidale che possiamo realizzare tutto questo. Grazie!